14 Agosto 2018
La moda ha sposato i materiali riciclati: un business che premia il ruolo dell’etica.

Molti fashion brand internazionali stanno investendo nella creazione di abiti, calzature e accessori con materiali di riciclo, in particolare gli imballaggi in plastica.

È così che marchi tanto amati dai giovani possono far crescere l’idea che riciclato è bello, facendolo diventare una vera e propria tendenza a vantaggio dell’ambiente.

Alcuni esempi?

► Adidas e Parley for the Oceans hanno creato delle scarpe realizzate con 11 bottiglie di plastica recuperata dagli oceani. Ne sono state vendute oltre 1 milione in tutto il mondo.

► H&M nel 2011 ha lanciato la collezione Conscious Exclusive, quest’anno incentrata su vestiti prodotti con argento riciclato proveniente da scarti di metallo e una fibra di nylon derivante dalle reti da pesca abbandonate in mare.

► Ecoalf, attraverso il progetto Upcycling the Oceans, collabora con 441 pescherecci e 28 porti spagnoli e raccoglie oltre 200 tonnellate di rifiuti all’anno provenienti dal Mediterraneo, li trasforma prima in micro-granuli e poi in filati da utilizzare nelle collezioni di giacche e borse.

► Levis già da molti anni ha lanciato sul mercato jeans ecologici prodotti con bottiglie di plastica riciclate, ne servono circa 8 per un paio.

Un’evoluzione culturale e sociale in termini di sostenibilità, un valore intrinseco nella nostra mission aziendale che, attraverso la gestione del ciclo integrato dei rifiuti urbani e speciali, mira a trasformare elementi potenzialmente negativi in nuove opportunità.

Altre notizie